In bici con Maurizio Deflorian al cospetto delle Dolomiti

Dalla nascita di Italy Bike Friendly abbiamo spesso parlato di Maurizio Deflorian e abbiamo pubblicato video che descrivevano il suo personalissimo mondo della fat bike. Ma chi è Maurizio Deflorian? Quali sono le sue esperienze e qual’è la sua filosofia “ciclistica”?. Scopriamolo insieme.




Lavoro e passione, la vita in bike di Maurizio Deflorian

maurizio deflorianNato nel 1959, sposato e padre di 4 figli, Maurizio Deflorian oltre ad essere una guida di Mountain Bike dell’Accademia Nazionale di MTB, un appassionato di fotografia e montagna, è architetto, maestro di sci e redattore su mtb-mag.com. Un esempio di come, si possa coniugare la passione, la professionalità e la propria vita, in modo da renderla “unica” e “attiva” al tempo stesso.
Da sempre sportivo, all’età di 40 anni, dopo un infortunio con rottura del legamento crociato anteriore, Maurizio Deflorian vede allontanarsi la possibilità di praticare tutti gli sport effettuati fino a quel giorno, cosi, decide di dedicarsi anima e corpo all’unica attività che gli avrebbe permesso di poter continuare a “divertirsi”: la bicicletta.
Per questo motivo, la passione per la bici nasce in ritardo, ma tuttavia diviene uno stimolo forte e travolgente, al punto da rendere le esperienze di Maurizio Deflorian degne di esser raccontate e di esser condivise.
Nascendo e vivendo a Merano, in Alto Adige, la passione è agevolata dagli splendidi scenari dolomitici e cosi, passando dapprima al ciclismo su strada, in pochi anni la mountain bike diviene un mezzo incredibile per gustare, assaporare e vivere tutti i sentieri di montagna che la zona propone. Dapprima nei dintorni di Merano, poi pian piano le Sue esperienze ciclistiche si ampliano a tutto l’Alto Adige.

La carica delle Dolomiti e la voglia di pedalare di Maurizio Deflorian, esperienze e filosofia

Da innamorato delle Dolomiti e dell’Alto Adige, da affascinato di questi luoghi incantati che danno l’essenza della vita vera, non posso che addentrarmi con tutte le emozioni possibili in questa storia di fatica e passione. Cosi, l’esperienza di Maurizio Deflorian diventa ancor più affascinante e ricca di significato, per chi, nella visione delle bellezze estreme della natura, capisce l’essenza di uno sport che unisce e riconcilia con se stessi (ndr).
Tralasciando questa nota personale (che non riuscivo a trattenere), ritorniamo alla vita del nostro “personaggio”, raccontandovi di come la bici sia divenuta per Maurizio Deflorian uno stile di vita e una sfida con se stesso, concretizzatasi in diverse “avventure”.
Una volta l’anno, ama pedalare dall’alba al tramonto, dapprima in bici da corsa effettuando 250 km e 6600 m di dislivello, poi pedalando per più di 150 km in mountain bike con 5000 m di dislivello.
Appassionandosi poi ad avventure senza assistenza (da leggere l’avventura di Deflorian al Tuscany Trail), diventa il fondatore del South Tyrol Trail da 480 km e 12000 metri di dislivello. Un modo per condividere la sua passione con altri biker per contribuire alla crescita della sua splendida provincia.
Dalle esperienze e dai suoi racconti evince un particolare fondamentale: la voglia di condividere. Voglia che lo porta a realizzare il sito meranobike.it, nel quale descrive itinerari, percorsi ed esperienze in bici praticate in Alto Adige e in altre zone d’Italia.

Per concludere, ci sembrava doveroso raccontare la filosfia di vita di Maurizio Deflorian, una filosofia legata all’essenza di ogni forma di bici. Dalla bici da corsa per pedalare su strada, alla fat bike per andare ovunque e in ogni condizione di terreno e meteorologica. Una passione che porta in ogni bici la voglia di affrontare una sfida in modo diverso. Maurizio ama soprattutto andare in salita, affrontando se stesso sulle salite più dure che si ritrovano nei nostri itinerari; ama anche le discese impervie dove dar sfoggio delle sue doti tecniche e personali. In poche parole, Maurizio Deflorian con la sua vita e le sue parole ci dichiara senza mezze termini che con la bici, ama fare tutto!

Angelo Mattia Rocco





Lascia una risposta