Italy Bike Friendly valorizza il Cilento – Pedalando un passo in avanti!

La propria passione per la bici, turismo e amor di patria hanno dato vita a “Italy Bike Friendly”, un progetto unico che coinvolge l’intero Stivale, ma la musa ispiratrice è una parte del territorio campano: il Cilento, un solo nome, infinite sfumature di storia. Riconosciuto dall’Unesco nel 1998, è qualificato patrimonio mondiale dell’umanità. Tracce, ricordi, sentieri, culture e monumenti sono l’energico carburante che alimenta una reale macchina del tempo dalle reminiscenze naturali.




Pedalando da un borgo all’altro lungo piste ciclabili naturali

Le meraviglie del Cilento, non solo archeologiche e paesaggistiche, ma anche gastronomiche e folcloristiche, hanno da sempre affascinato il fondatore di Italy Bike Friendly”: Giovannino Carrano, guida di mountain bike dell’Accademia Nazionale di Mountain Bike. Non parliamo del solito personaggio dalle mere manie imprenditoriali, ma di un ragazzo che ha calpestato ogni angolo della terra cilentana, finanche luoghi difficili da raggiungere; le sue scarpe da trekking e la sua mitica mountain bike (ora fat bike per la precisione) ne sanno qualcosa. Un’esperienza di anni, a partire dal 2003, quando fondò la prima associazione di mountain bike, fino ad oggi, con un’impresa di promozione turistica, ha inculcato nel cuore di Giovannino un obiettivo ben preciso, quello di valorizzare questo territorio, creare una fitta rete di strutture ricettive “Bike Friendly” che diano la possibilità di raggiungere il Cilento da tutta Italia, e non solo; selezionando, inoltre, noleggio bici, appropriate strutture ricettive “Bike Friendly”, guide a disposizione dei visitatori, e tante altre opportunità, dalla degustazione dei prodotti tipici locali alla scoperta di borghi medievali. Il filo della storia cilentana si dipana fino ai giorni nostri per dimostrarci che, dai luoghi turistici più noti a paesini quasi sconosciuti, come il borgo di Roscigno, di Castellabate, famoso per il film Benvenuti a Sud, Casaletto Spartano con le cascate di Capelli di Venere, le Grotte di Castelcivita, i Templi di Paestum ma anche Morigerati, unico borgo a far parte delle “bandiere arancioni” del Touring Club Italiano, il pane si cuoce ancora nel forno in comune e i contadini usano concimare il terreno ancora con i vecchi metodi naturali. Ebbene sì, anche l’ideatore di “Italy Bike Friendly” antepone la bicicletta ad ogni altro mezzo per pedalare nella storia, lasciandosi ammaliare dalle infinite bellezze del Cilento. Ciò non significa tornare indietro, bensì fare lunghi passi in avanti.
Pertanto, è l’occasione ideale per contattare il team di Italy Bike Friendly, i quali sapranno consigliarvi ed accompagnarvi con qualificate guide cicloturistiche o di MTB attraverso gli affascinanti luoghi del Parco Nazionale del Cilento, dove professionalità ed eccellenza saranno i primi utensili da viaggio utili per un’avventura in bici davvero indimenticabile, possono aiutarti a organizzarla su misura delle tue esigenze e preparazione fisica, ti consiglieranno strutture Bike Friendly, ora non ti resta che contattare su info@italybikefriendly.it oppure anche via WhatsApp al 392.6647482. 





Lascia una risposta