G.E.A. Bike Trail, il 1° Unsupported MTB di crinale

pubblicato in: Bike News, Viaggi in bici | 0

La Grande Escursione Appenninica, G.E.A., è un’avventura in mountain bike in autonomia. Chi parteciperà al Gea Bike Trail attraverserà la catena dell’Appennino Tosco-Emiliano da sud a nord, percorrendone il crinale attraverso 37 passi, 2 Parchi Nazionali, parchi regionali e aree protette, per un totale di 22.000 metri di dislivello, 95% fuoristrada, di cui 60% su single track. Unico, duro, spettacolare, selvaggio.




Il primo Trail italiano di MTB Unsupported su sentieri di crinale

G.E.A. Bike Trail nasce dalla passione per la montagna e per la bici di Samuele Baldinotti, per portare il concetto dell’avventura in bicicletta ad un livello mai sperimentato fin’ora in Italia.

L’idea era di completare in mountain bike la Grande Escursione Appenninica, tracciata per la prima volta da due alpinisti pratesi e inaugurata nel 1984 da Reinhold Messner, un sentiero che percorre tutto il crinale degli Appennini al confine tra Toscana e Emilia, da sud a nord, cioè esattamente sul “divide” italiano.

Nei anni la G.E.A. è stata completata da migliaia di escursionisti a piedi, ma mai fino al 2016 era stata percorsa interamente in bici.
L’evoluzione dei mezzi negli ultimi anni e l’arrivo della borse da bikepacking hanno permesso di sfidare un tracciato che prima era impossibile.
La traccia originale è stata modificata per poter aggirare i tratti non ciclabili, e dopo un anno di studi e ricognizioni finalmente è nato il GEA Bike Trail.

Qualche dato tecnico: 550 km e 22.000 m D+ attraversando 37 passi, 2 Parchi Nazionali e 7 aree protette regionali.

Un’avventura vera, di quelle per cui in genere si deve andare in un altro continente, in zone veramente selvagge, dove si è spesso soli con la natura e il lento avanzare sul percorso si misura in ore prima che in km. Una sfida al limite delle proprie capacità, al limite dell’attrezzatura, al limite tra terra e cielo. Adesso tutto questo è possibile e non lontano da casa.
E’ certamente l’evento MTB UNSUPPORTED più duro nel panorama Italiano ed Europeo, coi suoi 40 m di dislivello al km, più di una stage race come la Iron BIke, ma senza i ristori, senza l’assistenza tecnica, e col peso dell’attrezzatura per la sopravvivenza.
Qui non c’è spazio per la sfida con gli altri, ma solo per la prudenza e la determinazione che porta chi partecipa ad arrivare a tagliare il traguardo di Zum Zeri.
Tutti possono partecipare al G.E.A. Bike Trail, non serve essere super atleti, serve solo determinazione, rispetto per la montagna, per se stessi, e per la propria attrezzatura.
Ad ogni partecipante verrà fornita una traccia GPS completa del percorso e l’elenco delle strutture ricettive presenti lungo si esso (rifugi, b&b, ristoranti, alimentari, hotel), in modo che ogni rider possa organizzare il proprio viaggio secondo le proprie esigenze, gestendo le soste e i rifornimenti di cibo.
Ogni rider potrà scegliere come affrontare il GEA Bike Trail, in completa autosufficienza, dormendo in tenda oppure usufruendo del comfort delle baite e hotel presenti.

Attenzione:
il percorso è aperto e fattibile dal 1 luglio al 30 settembre. All’apertura del 1° Luglio si parte per il primo gruppo.

Sito ufficiale per ulteriori informazioni ed iscrizioni: www.gea.bike
 





Lascia una risposta