Fat bike – ciclo escursioni sulla neve. I consigli per affrontarle.

pubblicato in: Bike News | 0

fat bike
La Fat Bike negli ultimi giorni è divenuto un vero e proprio tormentone sul nostro portale. Date le numerose richieste e la voglia che a molti utenti è apparsa, dopo aver pubblicato il video della guida Maurizio De Florian, abbiamo pensato di pubblicare questo articolo per indicare i nostri consigli affinché possiate praticare questo sport in sicurezza e in piena armonia.
Questo è solo il primo articolo di una lunga serie. Italy Bike Friendly si addentrerà nel mondo della “neve” insieme ad esperti del settore. Seguiteci nei prossimi aggiornamenti.




Fat Bike per tutti? E’ possibile cominciare senza acquisire tecniche particolari?

La domanda che arriva frequentemente sul nostro sito è la seguente: “posso andare in fat bike senza particolari doti tecniche?”. Ovviamente la risposta non è univoca perché andare in fat bike può avere diversi significati.
Se andare in fat bike, vuol dire per voi appassionati, pedalare su strade asfaltate, su classici sentieri ciclo-turistici che non presentino difficoltà tecniche da un punto di vista meteorologico, la risposta è certamente “SI”. Tutti possono salire su una fat bike,purché ovviamente allenati e pratici di un mezzo a due ruote.
Se invece pedalare con “ruote grasse” è una prerogativa per affrontare sentieri di montagna in condizioni estreme, quindi con ghiaccio, neve ed altri fattori invernali, la risposta cambia ed ha significati diversi a seconda delle esigenze.

Fat Bike sulla neve. Come affrontare le nostre escursioni?

Teniamo a precisare che il miglior modo per iniziare in fat bike è quello di affidarsi a professionisti del settore; i quali hanno acquisito particolari tecniche di guida proprio in base alle varie consistenze del manto nevoso.
Infatti, la difficoltà che può presentarsi in una classica uscita è quella legata alle particolari consistenze del manto nevoso.
A volte, parliamo di neve come un’entità singola che non ha caratteristiche differenti, eppure, da un’attenta analisi meteorologica e non solo, possiamo distinguere diverse tipologie di neve: neve tonda, neve granulare, neve bagnata, neve fresca, neve compatta, neve secca, neve marcia ecc.
Il tutto poi, si combina al saper distinguere oltre alla tipologia del manto nevoso, il modo di affrontare un itinerario a seconda delle difficoltà tecniche dello stesso (discesa, salita, strada in piano).
Ad ogni “conformazione”, verrebbe da dire, corrisponde una reazione precisa, con la quale pneumatici, movimenti del corpo e lo stesso telaio, reagiscono in maniera differente.

Fat Bike i consigli degli esperti nei prossimi articoli

Ma è davvero possibile conoscere ogni caratteristica della nostra amata neve e saperla gestire a nostro piacimento? E’ possibile diventare dei veri esperti della fat bike partendo anche dalla conoscenza reale delle condizioni meteo?
Certamente si, ma occorreranno anni di allenamento in ogni condizione e soprattutto umiltà nel partire dai fondamenti su itinerari semplici.
Nel prossimo articolo  tratteremo le varie conformazioni del manto nevoso, grazie all’ausilio di uno dei consulenti meteorologici della località sciistica del Lago Laceno (Campania – Avellino), guida escursionistica ambientale con specializzazione in ambiente innevato e grande appassionato di fenomeni atmosferici.





Lascia una risposta