E-BIKE TEST: Provata per voi la CANNONDALE MOTERRA 2

Provata per voi la nuova CANNONDALE MOTERRA 2 dalla nostra Guida Cicloturistica Roberto Babini di Ciclo Guide Lugo. 




Cannondale MOTERRA disponibile in 3 configurazioni

La Cannondale testata dalla nostra guida su un percorso impegnativo era montata con:
– Forcella- RockShox Yari RC 130mm
– Ammortizzatore – 130mm/130mm
– Freni – Shimano SLX
– Cambio -Shimano SLX
– Dimensione delle ruote – 27.5″ + Montato Schwalbe Marathon
– Motore BOSCH Performance CX – 500 W/h

DESCRIZIONE
Ha una buona manovrabilità, con la distribuzione ottimale del peso la rende molto divertente e guidabile in ogni condizione.
Telaio in alluminio con alloggiamento della batteria (500W/h) e motore bosch performance CX.
Carro estremamente corto e baricentro molto basso rendono la cannondale Moterra una bicicletta molto maneggevole e con un ottima trazione in salita. Il tubo obliquo Torsion Box della Moterra, gli assi passanti ECS_TC ed il mozzo posteriore da 157 mm offrono sulle discese una sensazione di guida stabile, fantastica maneggevolezza e controllo, anche nei passaggi più tecnici con la sospensione che copia bene gli ostacoli e la sezione larga di pneumatico che offre un controllo da spingere al “limite” fin da subito quasi senza avvertire difficoltà. Ottima la frenata e tutta la componentistica si è sempre dimostrata all’altezza della situazione.

Il vero banco di prova al quale volevamo però sottoporla era la salita.

Quattro configurazioni per la centralina Eco / tour / Sport / Turbo

Abbiamo testato salite di medio/elevata pendenza, prendendo prima in esame la modalità Eco e confrontando le reazioni anche su un test effettuato privando la bici dell’assistenza (motore Off).
Davvero sensibile la differenza, per una gamba discretamente allenata si riesce con tranquillità a raddoppiare la velocità di salita già dalla funzione Eco, mentre consente ai meno allenati di restare senza sforzo al passo di chi è più fluido e pianificare gite anche senza troppo allenamento.
Comunque la bici risulta molto maneggevole anche senza l’assistenza motorizzata, scorrevole e per nulla pesante tanto da non doversi poi preoccupare eccessivamente anche in caso che la batteria si scarichi o faccia scherzi; con il pacco pignoni che non teme pendenze anche estreme. Certo che in questo caso essere allenati aiuta, mentre non avere gamba incide.

La rapidità d’intervento della batteria si aggira sui due secondi, velocissima ed il motore è silenzioso e fluido. Non brusco o tale da dover assestare contraccolpi imprevedibili. Un tantino più intuibile con le altre funzioni ma mai rumoroso.

Abbiamo testato anche le restanti funzioni sia su salite scorrevoli, che su tratti impegnativi.
La funzione Tour è un ulteriore ausilio per affrontare con rapidità anche lunghe salite senza peraltro affossare la capacità di batteria.
La funzione Sport risulta addirittura imperiosa ma tuttavia incide molto sull’autonomia della batteria quindi è consigliabile non abusare su escursioni particolarmente lunghe e fare intervenire questo aiuto solo in casi di necessità
Quasi non si sente la necessità di ricorrere al Turbo, se non per umiliare i compagni oppure affrontare le rampe più inclinate.
A rischio un consumo eccessivo della batteria, occhio…

Funzionale ed intuitivo il display. L’unica nota “inquietante”, per così dire” è l’indicazione “RANGE”.
Intendendo con questo la residua capacità della batteria in termini di chilometri.

Questo valore salta (ovviamente) un tantino quando si passa da una funzione all’altra e diventa difficile fare previsioni attendibili sul restante.
Passando nelle funzioni più alte della centralina (Sport / Turbo) pare davvero di subire una preoccupante emorragia tanto da pensare spesso… “accidenti la finisco prima del termine.”

Niente paura tuttavia, a meno di non portare a spasso il motore per tutta la durata sulla funzione Turbo questa è davvero solo impressione. Più discreto e funzionale l’indicatore di carica della batteria che consente una migliore gestione della pianificazione.

E’ stato un test assai positivo e divertente, con ottime impressioni e ci sentiamo di consigliarla
Tuttavia anche il prezzo ha la sua importanza e questa bici la si trova, a seconda della configurazione, in una fascia di prezzo tra i 4.200,00 ed i 6.300,00 euro. Insomma alta gamma.

Sito ufficiale del prodotto: CANNONDALE MOTERRA 2





Lascia una risposta