Borghi d’Italia in collaborazione con Italy Bike Friendly

pubblicato in: Bike News | 0

Un marchio dal nome “Borghi d’Italia” sposa il progetto “Italy Bike Friendly”. La collaborazione è data non solo dalle similitudini di alcuni itinerari trattati ma soprattutto dagli obiettivi posti da entrambi, tra cui quello di incrementare il turismo dei borghi. 




Dalle piccole cose nascono le grandi …

Rammentare in molteplici occasioni la meraviglia dei borghi, in un’Italia piena di paesaggi, uno più spettacolare dell’altro, non è mai abbastanza per un argomento così rilevante. Pertanto, “Italy Bike Friendly” ha deciso di riprendere il discorso sui borghi, già affrontato in precedenza, per sottolineare quanto sia fondamentale porre i riflettori su certi paesi, piccoli dal punto di vista demografico ma grandi da quello artistico, storico e culturale. Talvolta, lo sviluppo di alcune bellissime zone d’Italia spesso dipende non tanto dall’inerzia delle amministrazioni, quanto dal fatto che ci sono più personaggi a volersi dividere la torta. Al contrario, l’unione fa la forza per chi guarda oltre l’interesse economico, perché niente vale di più della stima e del rispetto per la propria terra. Dunque, questa è la filosofia di “Italy Bike Friendly” alla quale si associa “Borghi d’Italia” con lo scopo di spingere le due ruote verso le meraviglie di quei paesini sconosciuti, meritevoli invece di essere valorizzati. “Borghi d’Italia”, appunto, nel suo sito internet delinea i tratti salienti di tutti i borghi dell’intero Stivale; tra questi Fornelli, Guardia Perticara, Castelmezzano, Morigerati, Tortorella, VibonatiCusano Mutri, Bagnoregio e Vieste, oltre ad altre migliaia. Molti nomi ma poca conoscenza. Eppure basta un click per scoprire quante bellezze ci sono a pochi km da casa e per alimentare subito la voglia di andarci, lasciando le tracce della propria bici e forse anche parte del proprio cuore.





Lascia una risposta